Questo sito fa uso di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare.

Per conoscere con maggior dettaglio cosa sono i cookie, quali sono utilizzati nel nostro sito e come disabilitarli premi il bottone "Per saperne di più". Per accettare l'utilizzo dei cookie premi il bottone "OK".

Gli incontri di UniversAttac Torino nel 2013

Arci Caffè Basaglia e Attac Torino

vi invitano

sabato 7 dicembre alle ore 21

alla presentazione del libro

CHI COMANDA TORINO

di Maurizio Pagliassotti

 

La nostra Torino sta diventando la città dei record: la più indebitata d'Italia, la più povera del NORD-OVEST, la più inquinata del Paese, quella il cui piano regolatore ha superato la 200esima variante (vale a dire che non esiste regola alla bulimia degli interessi privati che ne influenzano lo sviluppo).

Ma chi decide le sorti della nostra Torino? Quali sono gli interessi economici che muovono le decisioni politiche?

Maurizio Pagliassotti ci guiderà alla scoperta dello stato della “democrazia reale” nella nostra città, analizzando meccanismi decisionali in rapporto a interessi economici e preconcetti ideologici.

Ore 21, presso Arci Caffè Basaglia,

in via Mantova 34, Torino

Ingresso libero

 

Water makes money

Cena di solidaretà al circolo Noà, cso Regina Margherita 154


è stato uno dei documentari più utilizzati dal Movimento per l'Acqua Pubblica per raccontare i rischi della privatizzazione durante la campagna referendaria culminata nella vittoria dei SI il 12 e 13 Giugno 2011.

Il film racconta i danni della privatizzazione, e i faticosi processi di ripubblicizzazione del servizio idrico attuati in Francia e Germania. Veolia, la multinazionale che per oltre 20 anni ha gestito l'acqua di Parigi, non ha gradito di vedere smascherate le pratiche attraverso le quali è riuscita ad ottenere appalti milionari in tante città ed ha fatto causa “per diffamazione” ai distributori francesi del film e al suo ex-funzionario, che stanco di chiudere gli occhi di fronte al peggio ha raccontato tutto nel libro ispiratore del film.

Anche se strangolati dalle spese legali, i registi del film si sono lanciati in una nuova avventura: dare seguito a Water Makes Money, con il film “Wer rettet wen?” – Chi salva chi? Come subiamo i rischi del mercato finanziario e come si uccide la democrazia.

Riguarderà il caso della Grecia dove – come in tutti i paesi in crisi - la concessione di aiuti finanziari in grado di dare sollievo all'economia ormai in ginocchio, è subordinata all’obbligo di vendere il Servizio Idrico ai privati. E le multinazionali Veolia e Suez sono in prima linea per dividersi la torta.

Wer rettet wen? È un film che nasce dal basso, finanziato dai cittadini. Grazie ai contributi raccolti sinora il film può vedere la luce, ma soltanto se la maggioranza dei partecipanti lavora senza alcun compenso. Per poter corrispondere gli stipendi, servono altri 60.000 euro di “sostegno dal basso“.

Per questo motivo il 29 Giugno 2013 – alle ore 19,30 il circolo Arci Noà di corso Regina Margherita 154
in collaborazione con Attac, distributore in Italia di Water Makes Money, organizzano una cena di solidarietà a 13 euro
di cui 3 andranno come contributo per il nuovo film.
Chi non ha la tessera Arci potrà iscriversi al prezzo speciale di 7 euro.

Dopo la cena proietteremo “Water Makes Money”, nella versione integrale che in Francia non si può più vedere perché Veolia ne ha fatto censurare alcune parti.

Ritroviamoci insieme sabato 29 giugno per conoscere i fatti nella loro completezza,
per essere solidali con chi fatica senza alcun compenso per documentare in maniera critica, attraverso la propria arte, la crisi che attanaglia il pianeta perché siamo sempre convinti/e che un altro mondo è possibile

Per prenotare scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamate i numeri
333 6872146 - 347 9443758

Orbite ellittiche

Programma degli incontri di UniversAttac di Luglio - Ottobre 2013

Pochi sanno che la “rivoluzione copernicana” trovò un grosso ostacolo nel suo postulare orbite circolari dei pianeti (e non ellittiche come dimostro Keplero). La vera rivoluzione fu nell’abbandonare l’idea dell’orbita circolare, esempio della perfezione del Creato.

“la Ragione si ritrae inorridita d’innanzi all’idea di un orbita che non sia circolare”

Tycho Brahe (astronomo, 1546 -1601)

La principale difficoltà nell’affrontare la crisi odierna consiste nell’incapacità di abbandonare dogmi profondamente interiorizzati, come ebbe già modo, di fronte ad un'altra crisi, di affermare Franklin Delano Roosevelt nel 1933 in occasione del suo discorso di insediamento Presidenziale.

Universattac, continua a presentare occasioni di riflessione con pensatori che non temono di pensare che le orbite non siano necessariamente circolari. Una flebile voce contro il dogmatismo imperante.

Dopo la conferenza del prof. Gallino ci saranno, nei mesi di Luglio, Settembre e Ottobre, altri appuntamenti.

Con il Prof. Roberto Burlando (Università di Torino) si affronteranno i temi dei Beni Comuni e della riconversione ecologica come poli di un rinnovamento del pensiero economico.

Con Maurizio Pagliassotti, autore del libro “Chi comanda Torino” parleremo dello stato della “democrazia reale” nella nostra città, analizzando meccanismi decisionali in rapporto a interessi economici e preconcetti ideologici.

Marco Bersani ci presenterà il suo ultimo libro “Catastroika” : chi trae vantaggio e chi soffre per le disastrose scelte di privatizzazione, prospettate come via d’uscita dalla crisi; in realtà una via alla “crisi permanente”.

Ad Alessandro Calvi chiederemo di presentare il suo libro “Hanno ammazzato Montesquieu”: ci si scandalizza, forse giustamente, per le intemperanze verbali nei confronti del Parlamento; ma regna la più totale indifferenza di fronte alla sua esautorazione e la sua trasformazione in una obbediente Dieta di registrazione delle decisioni dell’esecutivo. Anche la divisione dei poteri è da sacrificarsi in nome della “modernità neoliberale”?

Per essere informati su programmi, date, orari e ricevere il materiale informativo e didattico:

consultare il sito www.attactorino.org

Per essere informati direttamente lasciare la mail o scrivere a per essere inseriti nella lista di distribuzione.