Questo sito fa uso di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare.

Per conoscere con maggior dettaglio cosa sono i cookie, quali sono utilizzati nel nostro sito e come disabilitarli premi il bottone "Per saperne di più". Per accettare l'utilizzo dei cookie premi il bottone "OK".

Tutti a dire che un servizio sanitario territoriale diffuso e di prossimità è l’antidoto alle pandemie, tutti ad esaltare l’eroismo di  medici, infermieri e tecnici lasciati a lungo allo sbando dal potere comunale e regionale inefficiente tanto da doversi affidare all’esercito per una campagna decente di vaccinazioni.

Come se non bastasse,  l’assessore regionale leghista allo sport Ricca e quello comunale 5Stelle all’urbanistica Iaria trovano persino il tempo per imbastire l’affaruccio dell’ospedale Maria Adelaide, chiuso da 5 anni, per entrare nel lucroso mercato immobiliare delle residenze per studenti sotto l’egida delle Universiadi 2025.

Ne dà notizia il Corriere della sera del 31 gennaio 2021 dedicando un’intera pagina all’operazione https://torino.corriere.it/piemonte/21_gennaio_31/universiade-2025-portera-dote-400-posti-all-edisu-80dab392-639a-11eb-a44f-6ffd36d7208d.shtml. 

Nessuna smentita: Dossier Universiadi secretato anche ai consiglieri comunali e regionali. Il Consiglio d’Amministrazione dell’Università lo intravvede ma poi sparisce.

Mentre la Regione nega ai malati le prestazioni sanitarie non urgenti causa pandemia, foraggiando a piene mani le strutture private, e spreca i milioni del San Paolo alle OGR, al Valentino e adesso persino nei centri commerciali come il Basic Village convertiti in centri vaccinazioni, cresce il movimento sociale che chiede la ristrutturazione del Maria Adelaide in Casa della Salute, come previsto dalle leggi nazionali e regionali.

I soldi ci sono : vengono dall’Unione Europea

https://www.governo.it/it/articolo/piano-nazionale-di-ripresa-e-resilienza/16782

v. pag. 224 :  2 miliardi di euro all’Italia per 1288  Case della Comunità (ex Case della Salute)

da completare entro giugno 2026

 Una ogni 46.000 abitanti : a Torino ne toccherebbero 18 rispetto alle 4 attuali

€ 28 milioni circa di investimenti

Primo decreto governativo di attuazione : 31 ottobre 2021. 

Rischiamo di non avere nulla,  perché la Regione Piemonte non ha chiesto nemmeno un euro per strutture e servizi sanitari nel Comune di Torino. Vedere per credere il Piano “Next  Generation Piemonte": https://www.regione.piemonte.it/web/sites/default/files/media/documenti/2021-04/progetti_recovery_plan_piemonte_per_provincia.pdf

La maggioranza 5Stelle al governo di Torino continua a stare zitta?

Voi la malattia, Noi la cura

Torino, 7 maggio 2021

https://lasocietadellacuratorino.wordpress.com
https://www.facebook.com/lasocietadellacura.torino
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.