Questo sito fa uso di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare.

Per conoscere con maggior dettaglio cosa sono i cookie, quali sono utilizzati nel nostro sito e come disabilitarli premi il bottone "Per saperne di più". Per accettare l'utilizzo dei cookie premi il bottone "OK".

copertina Cavicchi

Se la sinistra modifica ma non cambia il mondo della sanità, che sinistra è?

Durante la pestilenza non c’è stato uno in Italia che non  giurasse sulla necessità di riformare la sanità per non tornare come prima. Invece è proprio così.

La legge di Riforma sanitaria n. 833 del 1978 è stata metodicamente stravolta e tradita dalle successive leggi di controriforma: L. 502/1992 del Governo Amato e 229/99 del governo D’Alema, che invece di difendere la natura pubblica del sistema sanitario nazionale dai condizionamenti economici, hanno subordinato il diritto alla salute sancito dall’art. 32 della Costituzione, alle logiche dell’ economia e del mercato.

I finanziamenti del PNRR possono essere l’occasione straordinaria per riformare il sistema sanitario. Limitarsi al suo potenziamento, come propone il Ministro Speranza, equivale ad accrescere semplicemente il consumo mercantile del servizio sanitario senza riformarlo.

L’ultimo libro: La sinistra e la sanità – Da Bindi a Speranza e in mezzo la pandemia*  del prof. Cavicchi è un duro atto d’accusa : Se la sinistra si limita a modificare un mondo che invece, come sinistra, dovrebbe cambiare, che sinistra è?

 Non ci rassegniamo alla risposta assenteista di oltre la metà degli elettori torinesi alle recenti elezioni comunali. Cominciamo a chiederci se e come a Torino la sinistra ha ancora  una possibilità di esistere, a partire dalla sanità pubblica.

venerdì 29 ottobre ore 21 

incontro virtuale qui : https://us02web.zoom.us/j/87960304559?pwd=K0hQVmE4dDdZa3hpamFMclptM0JYdz09

con

Ivan CAVICCHI, docente dell’ Università di Tor Vergata

Eleonora ARTESIO, ex assessore alla sanità della Regione Piemonte

Chiara RIVETTI, segretaria regionale ANAAO

Marco CALDIROLI – Presidente nazionale di Medicina Democratica

www.attactorino.org – cell. 347 944 37 58  -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Torino, ottobre 2021

* Castelvecchi editore

 

Playlist con tutti i video dell'incontro: https://youtube.com/playlist?list=PL2Txgr0itZ1GUnuICGfc6lNQ1fuIfq7DI

  Video dei singoli interventi:

Introduzione di Mariangela Rosolen (Attac Torino) 


Intervento del prof. Ivan Cavicchi (docente all’Università Tor Vergata di Roma, esperto di politiche sanitarie)

 

Intervento della dott.ssa Eleonora Artesio (ex assessore alla sanità della Regione Piemonte) 

 

Intervento della dott.ssa Chiara Rivetti (Segretaria regionale ANAAO)

 

Intervento del dott. Marco Caldiroli (Presidente nazionale di Medicina Democratica)

 

Intervento di Francesca Delaude (CGIL) 

 

Dibattito 

 

Interventi finali degli ospiti 

 

Intervento conclusivo del prof. Cavicchi