Questo sito fa uso di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare.

Per conoscere con maggior dettaglio cosa sono i cookie, quali sono utilizzati nel nostro sito e come disabilitarli premi il bottone "Per saperne di più". Per accettare l'utilizzo dei cookie premi il bottone "OK".

Con il deposito delle sentenze della Corte Costituzionale, i referendum per l’acqua sono ai blocchi di partenza

 

Due i quesiti ammessi sui quali l’intero popolo italiano sarà chiamato a votare : insieme disegnano un quadro di radicale inversione di rotta rispetto alle politiche di privatizzazione del servizio idrico, portate avanti senza soluzione di continuità in questi ultimi quindici anni.

Referendum, la Consulta dà ragione ai movimenti per l’acqua bene comune

La Corte costituzionale nella giornata del 26 gennaio ha depositato le sentenze con cui motiva le dichiarazioni di ammissibilità dei due quesiti referendari sull’acqua depositati dal Comitato Referendario “2 Sì per l’Acqua Bene Comune”.

Un commento di Marco Bersani (Attac Italia) sulla sentenza della Corte Costituzionale circa l'ammissibilità dei quesiti referndari per l'Acqua Pubblica

Aspettando il giudizio dei nostri giuristi che ci daranno interpretazioni più mirate e dettagliate, la lettura delle sentenze della Corte Costituzionale sull’ammissibilità dei quesiti referendari rende ancor più chiaro il fatto che i referendum su cui il popolo italiano sarà chiamato a votare nella prossima primavera saranno a tutti gli effetti un pronunciamento popolare verso la ripubblicizzazione dell’acqua.