Questo sito fa uso di cookie al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare.

Per conoscere con maggior dettaglio cosa sono i cookie, quali sono utilizzati nel nostro sito e come disabilitarli premi il bottone "Per saperne di più". Per accettare l'utilizzo dei cookie premi il bottone "OK".

 

 Cavallerizza? 

Privatizzata... al  galoppo

 

E’ stato reso noto che all'Ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale di Lunedì 21 dicembre  è iscritta la delibera di approvazione del PUR – Progetto Unitario di Riqualificazione che privatizza la gran parte del complesso della Cavallerizza Reale

Per accelerare la procedura, l'assessore ha richiesto l’applicazione dell’Art.35 del Regolamento che consente l'immediata trasmissione della delibera al Consiglio senza attendere la conclusione dell’esame da parte della competente Commissione Consiliare.

La fretta di privatizzare è impressionante, sia da parte degli amministratori che da parte dei possibili acquirenti. 

Un bene delle nostra Città, un Patrimonio dell'Umanità, dovrebbe diventare proprietà di una fondazione bancaria e di altre attività “di Gran Prestigio”. L'alienazione del patrimonio pubblico sarebbe irreversibile, per sempre!

 

S.O.S Cavallerizza

 

 Il Consiglio Comunale dimostri di essere all'altezza della sua Storia: dica di NO

 

Qualora il Consiglio, immemore del grande prestigio di molti dei suoi membri passati, svenda la Storia della Città per un piatto di lenticchie offerte da una potente istituzione finanziaria, siano i Cittadini e le loro associazioni e movimenti, espressione della società civile, a dire NO per difendere la loro (e  nostra) Storia, per difendere l'identità della Città tutt

Nell'attesa che i media, per una volta, dimostrino un minimo di indipendenza dai poteri economici della Città, i torinesi usino sin da ora tutti i mezzi che la legge mette loro a disposizione: da ogni possibile azione legale fino alla richiesta di quel Referendum abrogativo che lo Statuto della Città preved

 

Si agisca perché sia la Cittadinanza a decidere! Noi siamo pronti/e.

 

Torino, 20 dicembre 2020